Condividi
Servizio Sanitario Regione Emilia Romagna
Home > Chiedi all'esperto  >  Uso corretto del servizio  >  Archivio quesiti  >  Risultato ricerca  >  Quesito di eri del 26.04.2002

Scheda quesito

Nickname:
eri
Data:
26.04.2002
Quesito:
Un mese fa mi hanno effettuato una cistoscopia. Il referto
dice
così: vescica ben distendibile. Metaplasia squamosa del collo
vescicale.
Non altre patologie vescicali in atto.
Il mio urologo ha detto: non è niente, e non mi ha dato nessuna
terapia,
non mi ha detto di fare dei controlli periodici. Poi ho
cominciato a
guardare un po' su internet, ma non ho trovato nulla sulle cause,
su
eventuali cure (tranne la crioterapia che sembra non dia
risultati
permanenti) e mi sto rendendo conto che potrebbe anche diventare
una
cosa
piuttosto seria. Oltrettutto ho anche un fastidio costante, e non
riesco
e
non voglio conviverci. Devo assolutamente trovare una soluzione.
Vorrei
il Vs. parere, grazie
Risposta di Utente Temporaneo :
Gentile navigatrice
le cellule che costituiscono l'epitelio vescicale sono molto
sensibili
agli
stimoli lesivi quali calcoli vescicali, infezioni croniche,
alterazioni
ormonali e sostanze irritanti prodotte dal fumo di sigaretta.
Quando
questi
stimoli diventano di lunga durata l'epitelio vescicale si trasforma
cercando
di diventare più resistente: si parla allora di metaplasia.La
metaplasia
squamosa della vescica consiste quindi nella sostituzione
dell'epitelio
vescicale con un epitelio di tipo squamoso (come quello della cute)
per
sopportare una stimolo lesivo cronico.I fastidi che dici di avere
molto
probabilmente dipendono più dalla causa della metaplasia che dalla
metaplasia stessa che in generale è asintomatica. In ogni caso
puoi sempre
rivolgerti a un urologo per monitorare possibili evoluzioni della
mataplasia
ed eventuali trattamenti..
Dr.ssa C. Vanzini Dr. G.Guaraldi