Condividi
Servizio Sanitario Regione Emilia Romagna
Home > Chiedi all'esperto  >  Uso corretto del servizio  >  Archivio quesiti  >  Risultato ricerca  >  Quesito di Lupoalberto del 07.01.2019

Scheda quesito

Nickname:
Lupoalberto
Data:
07.01.2019
Quesito:
Buongiorno a tutti e vi ringrazio per le risposte che mi avete fornito e che mi hanno tolto un pensiero. Qui di seguito trovate la vostra risposta a cui mi collego per un'ulteriore dubbio:

Buongiorno a tutti,
riprendo la domanda fatta qualche giorno fa.
Dopo essermi masturbato davanti ad un trans mi sono pulito il pene ormai non più in erezione con un mio fazzoletto di carta. La domanda è la seguente.
1) La mano con cui ho preso il fazzoletto aveva toccato la mano del trans. Se questa avesse avuto delle tracce di sperma di clienti precedenti posso in qualche modo aver contaminato il fazzoletto ed aver rischiato il contagio da HIV.
2) Se pulendomi con il fazzoletto ho pulito la punta del pene e quindi il meato uretrale e la parte finale del prepuzio posso aver rischiato il contagio
3) E' vero quello che si legge nei vari siti che il virus esposto all'aria perde la sua capacità infettante nel giro di alcuni secondi?

Spero di ricevere al più presto una vostra risposta in modo da chiarire ogni mio dubbio.
Grazie mille.
Cordiali saluti
Risposta di Giovanni Guaraldi:
Gentile lupoalberto,
abbiamo letto attentamente i suoi due quesiti in merito all’episodio avvenuto e possiamo rassicurarla di non aver corso rischi di trasmissione del virus HIV.
Il virus HIV non si trasmette attraverso il contatto con oggetti contaminati di sperma/sangue.
Cordiali saluti,
M. Piccinini
Prof. Giovanni Guaraldi
Se oggetti contaminati da sperma/sangue non posso trasmettere il virus perchè può essere trasmesso da una siringa infetta o magari dal dentista?
Scusate la domanda che a voi medici può sembrare stupida ma vi chiedo gentilmente se possibile di chiarire questo punto.
In attesa di un vostro riscontro vi ringrazio ancora per il servizio che offrite.
Cordiali saluti
Risposta di Giovanni Guaraldi:
Gentile Lupoalberto,
La puntura di una siringa infetta e un intervento odontoiatrico possono essere situazioni a rischio di trasmissione del virus HIV poichè verosimilmente presuppongono un contatto DIRETTO tra fluidi infetti (ad esempio, sangue e sperma) e sangue/mucose di un soggetto sieronegativo.
Il virus HIV è effettivamente labile all'ambiente esterno
Cordiali saluti,
M. Piccinini
Prof. Giovanni Guaraldi