Condividi
Servizio Sanitario Regione Emilia Romagna
Home > Notizie  >  2022  >  Settembre  >  Medemaki & Helpaids

TikTok e Instagram per la prevenzione delle Infezioni Sessualmente Trasmesse: il progetto di helpAids.it con Medmaki

Il portale del Servizio Sanitario dell’Emilia-Romagna avvia una collaborazione social con Medmaki, tra gli account di divulgazione scientifica più seguiti dai giovanissimi

 
Asja Tilotta e Veronica Bartolucci - Medmaki
Asja Tilotta e Veronica Bartolucci - Medmaki
 

I social come luogo di intrattenimento ma anche di informazione, dove istruire i più giovani sulle tematiche legate alla prevenzione delle Infezioni Sessualmente Trasmesse (IST): è questa la sfida di helpAids.it in tandem coi celebri account Instagram e TikTok @Medmaki, dedicati alle tematiche della salute e dell’educazione sessuale.

A creare i contenuti di queste piattaforme, foriere complessivamente di oltre 800.000 follower, sono due giovani donne, Asja Tilotta, studentessa di Medicina ed esperta in educazione sessuale nonché “volto” principale dei profili, e Veronica Bartolucci, laureata in Scienze Biologiche ed ex ricercatrice medica.

 

«Il progetto prevede la condivisione, sui canali social di Medmaki, di brevi video divulgativi per fare prevenzione sulle ITS,  informando sulle terapie e la PrEP (profilassi pre-esposizione) anti HIV. Lo stile comunicativo - racconta Tilotta - sarà quello che da sempre mi connota: chiaro, leggero, accogliente».

L’importanza di sensibilizzare i più giovani sul sesso sicuro è ribadita dai dati pubblicati nell’ultimo report dell’Istituto Superiore della Sanità, che indicano la fascia di popolazione compresa fra i 15 e i 24 anni come una delle più colpite dall’aumento delle malattie sessualmente trasmissibili.

 

Una comunicazione efficace e persuasiva è la prima forma di prevenzione, come sottolinea Giovanni Guaraldi, medico infettivologo dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Modena e Referente scientifico di helpAids.it: «Occorre parlare di prevenzione con un approccio ampio e integrato, per evitare ad esempio, come purtroppo capita, che chi si vaccina contro il monkeypox (il “vaiolo delle scimmie”) non abbia mai fatto un test Hiv. È un cortocircuito informativo da contrastare con ogni mezzo». E i social network rappresentano un’opportunità in tal senso.

 

«I giovani non sono minimamente educati alla sessualità - riprende Tilotta - che conoscono solo attraverso i social o per mezzo della pornografia online. Per parlare loro occorre un linguaggio diretto e non giudicante. Medmaki non si mette in cattedra, impartendo lezioni dall’alto, ma alla pari, alfabetizzando sulla prevenzione e il trattamento delle malattie a trasmissione sessuale».

L’iniziativa coprirà una durata di quasi tre mesi - da settembre fino al 1 dicembre 2022, in concomitanza con la Giornata mondiale contro l’Aids - e i contenuti saranno fruibili sui profili social @Medmaki e @costruiamosalute.

«Con questi contenuti cercheremo di rispondere a tutte le domande più frequenti - tra quelle ricevute in direct sul mio profilo e i quesiti rivolti agli esperti di helpAids.it - ma anche di smontare i falsi miti». Obiettivo comune: trasformare i canali social in spazi virtuosi per informare e fare prevenzione. Costruire, assieme, una “rete” più sicura. E già Medmaki nel luglio 2021 ha collaborato alla campagna di promozione della vaccinazione covid tra i ragazzi dell'Azienda USL di Ferrara.

Ultima Modifica: 05.09.2022 - 13:59