1. Contenuto della pagina
  2. Menu di navigazione
  1. Vai alla versione stampabile della pagina
  2. Vai alla mappa del sito

Contenuto della pagina

Dove non è

  1. Come NON avviene il contagio
  2. HIV e il bacio
  3. HIV e le piscine
  4. HIV e gli animali
  5. HIV e gli insetti
  6. HIV e le zanzare
  7. HIV e le cimici ematofaghe

Come NON avviene il contagio

E' necessario ricordare che i comuni contatti sociali non sono efficaci per trasmettere il virus.
Il virus, infatti, NON viene trasmesso:
- dalle strette di mano, la condivisione di stanze e/o di altri comuni contatti sociali
- dai colpi di tosse o degli starnuti emessi da una persona sieropositiva
- dall'uso di oggetti casalinghi, quali le stoviglie, non permettono. La permettono invece, tutti quegli oggetti che possono penetrare la cute o le mucose e portare ad un contatto tra il sangue di un soggetto sano e quello di un soggetto malato; per esempio: rasoi, forbici, aghi, spazzolino da denti ecc...


Il virus pu essere trasmesso, invece, da tutti quegli oggetti che possono penetrare la cute o le mucose (per es. rasoi, forbici, aghi, spazzolino da denti ecc...) che mettono in contatto il sangue di un soggetto sano con quello di una persona malata.

 

HIV e il bacio

Un semplice bacio (bacio sociale o a bocca chiusa) non a rischio per la trasmissione dell'HIV. Per quanto riguarda il bacio profondo o bacio a bocca aperta, la possibilit di trasmettere il virus rara, ma, pur non essendo mai stato riportato in letteratura scientifica alcun caso di trasmissione dell'HIV tramite il bacio, bene mantenere una certa cautela. Infatti non si pu escludere che, durante il bacio profondo, la mucosa orale possa andare incontro a piccoli traumi che possono comportare sanguinamento: in questo caso, se uno dei due partner infetto, possibile che il virus si trasmetta nel partner sano.

 

HIV e le piscine

Non c' rischio di contrarre l'infezione frequentando piscine o bagni comuni. Il cloro e diversi altri disinfettanti uccidono l'HIV e la diluizione rende estremamente bassa la concentrazione del virus.

 

HIV e gli animali

Gli animali domestici non trasmettono l'HIV; questo infatti un virus che colpisce solo la specie umana. Anche se esistono altri virus in grado di causare una malattia simile all'HIV negli animali, in particolare nel gatto (FIV), nella scimmia (SIV) e nel bovino (BIV), questi virus non sono trasmessi all'uomo attraverso graffi o morsi o contatti di altro tipo (carezze, pulizia ecc).Vista la notevole somiglianza con la malattia che colpisce l'uomo questi sono utilizzati solo a scopo scientifico come modelli di studio.

 

HIV e gli insetti

Gli insetti che si nutrono di sangue (zanzare, pulci, cimici ematofaghe, zecche ecc...) non sono in grado di trasmettere il virus dell' HIV.
Sappiamo che esistono due modi attraverso i quali gli insetti che si nutrono di sangue possono trasmettere le malattie:
- In modo meccanico: attraverso il semplice trasferimento dei germi dall'apparato buccale infetto, dalle zampe o dal suo materiale fecale
- In modo biologico: attraverso la replicazione dei microrganismi nei tessuti dell'insetto e in modo particolare nelle ghiandole salivari.

 

HIV e le zanzare

Le zanzare non possono trasmettere il virus; evidenze a questo riguardo sono molteplici:
- non si presentano epidemie stagionali di prima infezione da HIV, come succede per la malaria o la febbre gialla
- le zanzare succhiano il sangue, ma non lo iniettano durante il pasto
- il virus dell'HIV non sopravvive e non si riproduce all'interno della zanzara
- le zanzare fanno una pausa di almeno 24 ore tra un pasto e l'altro, digeriscono il sangue ingerito e quindi inattivano il virus

 

HIV e le cimici ematofaghe

La trasmissione dell'HIV attraverso la puntura di cimice non si verifica.
Le cimici ematofaghe sono parassiti, prevalentemente diffusi in America centro-meridionale, che si nutrono di sangue in tutti gli stadi della loro evoluzione .
Solitamente il pasto avviene durante la notte e si accompagna all'emissione di feci che facilitano la trasmissione di germi, mentre durante il giorno vivono nei materassi, nelle poltrone o nelle crepe dei muri.
Diversi studi hanno dimostrato che le cimici non sono in grado di trasmettere l'HIV, nonostante trasmettano l'epatite B e altre gravi malattie come la malattia di Chagas. Infatti, anche se il pasto ematico pi abbondante rispetto a quello delle zanzare, soprattutto durante il periodo della riproduzione, non stata dimostrata alcuna replicazione del virus all'interno di questi insetti.
HIV e le zecche
Le zecche sono parassiti che si nutrono di sangue, ma non trasmettono l'HIV. Sono responsabili della trasmissione di diverse malattie in diverse aree del mondo, come ad esempio la malattia di Lyme, la febbre purpurica delle Montagne Rocciose e molte altre.
Il pasto ematico molto pi abbondante rispetto a quello delle zanzare e di altri insetti; inoltre una parte del sangue viene rigurgitato durante il pasto stesso. Bench in questi insetti il virus sopravviva a lungo (14 giorni), non pu replicarsi. La puntura di zecca, lo ripetiamo, non trasmette l'infezione da HIV.

 
 
Disclaimer

Menu di navigazione