Condividi
Servizio Sanitario Regione Emilia Romagna
Home > Chiedi all'esperto  >  Uso corretto del servizio  >  Archivio quesiti  >  Quesito di Quasisereno del 13/08/2020

Scheda quesito

Nickame:
Quasisereno
Data:
13/08/2020
Quesito:
Buongiorno Dottore, la ringrazio per il lavoro e per l'aiuto che Lei e i suoi colleghi svolgete qua sopra. Chiedo scusa in anticipo se mi dilungherò troppo. Dopo parecchio tempo ho trovato il coraggio e ho appena svolto l'Autotest VIH della Mylan. Da una parte ero terrorizzato di conoscere il risultato, dall'altra mi dicevo che probabilmente la mia paura era immotivata perchè c'era stato solo un rapporto orale senza eiaculazione ne da parte mia ne da parte del mio partner. Non sono riuscito a riempire tutta la punta della siringa da usare per il test al primo colpo e ho dovuto dare un'altra "spremuta" alla punta del dito ma alla fine sono riuscito a fare il test con esito negativo (dopo 15 minuti era presente solo la riga di controllo ma fin da primi minuti mi sembrava abbastanza evidente che solo quella si stesse per colorare). Il rapporto a rischio è avvenuto a Gennaio. Direi che i periodi finestra sono stati abbondantemente superati. Posso considerare attendibile il risultato del test? Avendo un po' di bianco in bocca e (raramente) bruciore post minzione avevamo già ipotizzato una candida orale. La mia paura era anche data dal fatto che sotto l'ascella e vicino al collo ogni tanto sento delle piccolissime fitte e pensavo potessero essere collegabili ai linfonodi. In questo caso potrebbe essere una qualsiasi altra MST o altra patologia non necessariamente collegata all'evento narrato? Grazie ancora!
Risposta di :

Buongiorno,

il test che ci ha riferito di aver acquistato è di III generazione, pertanto è calibrato per un periodo finestra di 3 mesi. Le metodiche che ha impiegato sono corrette, e visto il periodo dell'episodio a rischio può considerare l'esito della prova come negativo e definitivo, può stare tranquillo.

I sintomi che ci riferisce sono piuttosto aspecifici, qualora continuassero la inviteremmo a rivolgersi al suo medico di fiducia o ad un ambulatorio MST per essere seguito nei modi più adeguati al suo caso.

Cordialmente,

S. Pioli

Dr.ssa Y.Grassi