Condividi
Servizio Sanitario Regione Emilia Romagna
Home > Chiedi all'esperto  >  Uso corretto del servizio  >  Archivio quesiti  >  Quesito di Cristian del 09/01/2002

Scheda quesito

Nickame:
Cristian
Data:
09/01/2002
Quesito:
La domanda che vorrei porre è la seguente: ho un fratello di 19 anni che circa un anno e mezzo fa ha avuto un rapporto con una ragazza che, successivamente, è risultata hiv positiva.ora mio fratello vive nel terrore, in quanto pensa di avere anch' egli contratto l'hiv. E'molto magro, anche se l'appettito non gli manca, ma ultimamente, nel giro di due o tre settimane, ha avuto la febbre 3 o 4 volte... tutto questo può portare ad una sintomatologia da hiv?... premesso che lui ha paura di fare il test?
Risposta di :
Caro Cristian, solo il test può dare la certezza di essere sieronegativi: i sintomi di cui parli non sono specifici dell'aids. Capisco che fare il test possa mettere paura perché tuo fratello teme di essere stato infettato, ma non è nascondendosi che si risolve il dubbio. Tra l'altro, prima si scopre un eventuale sieropositività (che non è detto, sia il caso di tuo fratello), prima si può intervenire con farmaci che consentono di rallentare il processo di moltiplicazione del virus. Il test può essere fatto presso la propria Az.usl di appartenenza (a Modena è possibile rivolgersi al Reparto di Malattie Infettive del Policlinico); normalmente, il test va effettuato subito dopo il presunto rapporto a rischio e ripetuto 1 mese e tre mesi dopo lo stesso rapporto. Nel caso di tuo fratello, visto che è passato già 1 e mezzo dal rapporto a rischio è sufficiente fare una sola volta il test, il prima possibile. Cordiali Saluti [i]Dr. Claudia Galli[/i]