Condividi
Servizio Sanitario Regione Emilia Romagna
Home > Chiedi all'esperto  >  Uso corretto del servizio  >  Archivio quesiti

Archivio quesiti

Filtra per...
Nickname:
Poppi
Data creazione:
27.03.2002
Categoria:
Altro
Quesito:
Il fuoco di Sant'Antonio e' contagioso? Lo si può contrarre per contatto? Grazie della risposta
Risposta di Utente Temporaneo al quesito di Poppi del 27.03.2002
Nickname:
Luca
Data creazione:
27.03.2002
Categoria:
Test
Quesito:
Salve mi chiamo Luca e ho 20 anni, vorrei chiedervi quanto posso stare tranquillo, avendo avuto un rapporto a rischio intorno al 16 diembre 2001 ed eseguito il test precisamente il 22 gennaio (negativo) e succesivamente un'altro pochi giorni fa, il 20 marzo 02 (anche questo negativo)! Mi era stato detto di tornare a distanza di tre mesi dal primo ma non ho ...
Risposta di Utente Temporaneo al quesito di Luca del 27.03.2002
Nickname:
Sens
Data creazione:
26.03.2002
Categoria:
Vivere con l'HIV
Quesito:
Secondo lei per una persona sieropositiva è più consigliabile farsi seguire da un privato o da un ospedale? E quali sono le differenze? In media quando si entra a contatto con il virus, dopo quanto tempo dovrebbe smettere di riprodursi? Nel mio caso sono stato infettato verso novembre, è normale che si stia ancora moltiplicando? Grazie tante.
Risposta di Utente Temporaneo al quesito di Sens del 26.03.2002
Nickname:
Steve
Data creazione:
26.03.2002
Categoria:
Dov'è dove non è
Quesito:
Sono un donatore dell'Avis e mi ha stupito venire a conoscenza che tra i criteri di esclusione dalla donazione vi è anche l'aver praticato rapporti protetti dall'uso del preservativo nei 6 mesi precedenti la data di donazione. Alla mia richiesta di spiegazioni mi è stato risposto che comunque il preservativo non è sicuro al 100%.
Tale risposta mi ha ...
Risposta di Utente Temporaneo al quesito di Steve del 26.03.2002
Nickname:
Ermione
Data creazione:
26.03.2002
Categoria:
Vivere con l'HIV
Quesito:
Mi trovo improvvisamente a stare vicino ad un amico sieropositivo che sta manifestando un calo delle sue difese immunitarie. Ora è ai primi giorni di cura ed ha tanta paura. Come posso fare per dargli fiducia?
esiste qualche principale regola da seguire, oltre al normale buon senso?
Anch'io sono spaventata per lui e vorrei trasmettergli un po' di ...
Risposta di Utente Temporaneo al quesito di Ermione del 26.03.2002
Nickname:
Gianni
Data creazione:
25.03.2002
Categoria:
Dov'è dove non è
Quesito:
Buongiorno. L'altra sera ho baciato una ragazza. Avevo una crasticina, postumo di un herpes virus, che probabilmente ha un po'sanguinato. So che la saliva contiene degli enzimi che inattivano il virus. Crede che ci sia un reale rischio?
Risposta di Utente Temporaneo al quesito di Gianni del 25.03.2002
Nickname:
Roberto
Data creazione:
25.03.2002
Categoria:
Test
Quesito:
Ho avuto due rapporti orali senza preservativo con due donne a Cuba mentre ero in vacanza. Dopo due mesi ho effettuato il test ed è stato negativo. Dopo 5 mesi e 20 giorni ho rifatto il test ed è risultato negativo anche in questo caso. Posso stare tranquillo?
Risposta di Utente Temporaneo al quesito di Roberto del 25.03.2002
Nickname:
Franco
Data creazione:
24.03.2002
Categoria:
Test
Quesito:
Durata della fase finestra, ricerca anticorpi anti h.i.v. con test Elisa. La risposta che ho più frequentemente riscontrato alla domanda è che in genere può durare da 2 settimane a 6 mesi.
Questo sarebbe il periodo entro il quale, se vi è stata una esposizione ad h.i.v. compaiono gli anticorpi. L'Istituto Superiore di Sanità infatti, come altri, ...
Risposta di Utente Temporaneo al quesito di Franco del 24.03.2002
Nickname:
Arturo
Data creazione:
23.03.2002
Categoria:
Test
Quesito:
Ho avuto un rapporto orale di cui sono stato la parte passiva, ho fatto il test dopo 8 settimane, dopo quando devo rifare il test 8 settimane non bastano?
Risposta di Utente Temporaneo al quesito di Arturo del 23.03.2002
Nickname:
Raffa
Data creazione:
23.03.2002
Categoria:
Altro
Quesito:
Vorrei avere informazioni dettagliate (per quanto possibile) sulle attività degli spazi-giovani, in particolare sul tema "nuovi comportamenti sessuali e nuovi rischi". Lo psicologo come puù operare esattamente all'interno degli spazi giovani, riferendosi a queste problematiche?
Risposta di Utente Temporaneo al quesito di Raffa del 23.03.2002